Prima di inviare la propria creazione alla tipografia on line, è fondamentale creare un file con un programma di grafica. Illustrator è un eccellente strumento di creazione grafica. Permette di creare dei disegni personalizzati in linea con l’immagine aziendale dei vostri clienti.

Una delle cose più importanti, nel corso della creazione grafica, è quella di inserire dei testi ben leggibili per poter trasmettere un messaggio davvero efficace. Inoltre, un altro passaggio importante da fare è quello di verificare il proprio file in dimensione reale.

CONSIGLIO N°1: DEFINIRE IL FORMATO

La prima tappa è rappresentata dalla definizione del formato del file. Una volta definito questo aspetto, bisogna stabilire la dimensione del piano di lavoro. Per la stampa di supporti con piccolo formato, si può utilizzare la dimensione reale. Per i supporti di grande formato, come per esempio uno striscione, è preferibile realizzarlo in scala con una risoluzione più alta per ottenere una buona qualità di stampa. Per definire la dimensione è sufficiente cliccare su “File” e poi su “Nuovo”. Si aprirà una finestra con l’insieme di tutte le informazioni riguardanti il file.

Anche lo sfondo, che può essere trasparente o colorato, viene definito proprio in questo contesto. Inoltre, in questa tappa, bisogna definire il metodo di colore preferito. Quello CMYK è usato per la stampa mentre il metodo RGB per una creazione destinata al web.

CONSIGLIO N°2: LO SFONDO

La seconda tappa consiste nella scelta dello sfondo del proprio file su Illustrator. È possibile scegliere tra uno sfondo a tinta unita, una forma o un’immagine, in base al risultato che si vuole ottenere. Per avere uno sfondo a tinta unita, bisogna creare una forma ed assegnarle un colore di riempimento.

CONSIGLIO N°3: I LIVELLI

Che si tratti di un biglietto da visita, di un manifesto o di uno striscione, con Illustrator è possibile inserire una o più grafiche sullo stesso file. I livelli, in questi casi, sono fondamentali. Infatti, sono come dei fogli di velina trasparente appoggiati l’uno sull’altro. Grazie a questo sistema, è possibile modificare un aspetto presente su un livello senza modificare nulla sugli altri. I livelli si trovano sulla destra dello schermo ed è possibile aggiungerne in base alle necessità. In linea di massima, più un lavoro è complesso e più sarà alto il numero di livelli.

CONSIGLIO N°4: IL SALVATAGGIO

Una volta terminato il file, è fondamentale salvare correttamente il file. Per i file destinati alla stampa, è consigliato il salvataggio in formato PDF perché permette di inviare in tipografia un file meno voluminoso e più leggero.